HomeBlogHow ToOggetti smarriti: quali sono quelli che perdiamo più spesso

Oggetti smarriti: quali sono quelli che perdiamo più spesso

Perché tanto spesso ci domandiamo dov’è finito il telecomando? Oppure non ritroviamo mai le penne nel portapenne dove le avevamo sistemate?

Capita a tutti ed è un fenomeno che è stato studiato da diverse università, per lo più negli Stati Uniti. La maggioranza di noi perde più di tremila oggetti nella sua vita, tra cui si contano 384 penne, 192 capi di abbigliamento e ben 64 ombrelli!

Fortunatamente, non si tratta di segnali pericolosi per la nostra salute e non sono nemmeno fenomeni legati all’avanzare dell’età: lo stress, la stanchezza e il deficit di sonno sono alcuni fattori che possono peggiorare la nostra distrazione ma alla base di tutto non ci sarebbe nient’altro che il funzionamento fisiologico del nostro cervello.

La maggioranza degli smarrimenti avvengono infatti quando non mettiamo in azione la memoria per codificare un gesto che facciamo ogni giorno, più volte al giorno: è il caso ad esempio di quando appoggiamo le chiavi sul mobile accanto all’ingresso oppure il telecomando sulla libreria dietro la televisione. In un secondo momento, se non abbiamo registrato quell’azione, non siamo in grado di ritrovare il gesto nella nostra memoria. Nulla di preoccupante, dunque, ma perdere gli oggetti può diventare davvero fastidioso e farci perdere molto tempo (in media 10 minuti al giorno, 150 giorni in una vita): ecco quindi un breve decalogo delle cose che perdiamo più spesso e qualche consiglio su come fare affinché non accada più.

Gli oggetti che perdiamo più spesso

Gli studi ci dicono che gli adulti perdono mediamente quattro oggetti al mese, che poi ritrovano, e un oggetto all’anno, che poi non ritrovano più. I giorni più a rischio sono il venerdì e il sabato, intorno alle 18.00, e il mese in cui si registrano più smarrimenti è dicembre. Generalmente perdiamo gli oggetti sui mezzi pubblici oppure, più spesso, in casa, ed è lì che li ritroviamo 3 volte su 4, a un raggio di un metro da dove dovrebbero effettivamente essere!

Gli oggetti che si perdono più comunemente, e che poi ritroviamo, sono scarpe, telecomando, occhiali e auto (nel senso che non ricordiamo dove l’abbiamo parcheggiata) mentre gli oggetti che perdiamo per sempre sono principalmente chiavi, smartphone e penne (tantissime penne!).

I bambini, poi, detengono il record: perdono mediamente sette oggetti ogni mese tra cui grembiuli per la scuola, oggetti di cancelleria, calze e giocattoli; una ricerca eseguita da un’azienda produttrice di etichette rivela che, durante gli anni passati a scuola, i bambini perderebbero più di mille oggetti.

I consigli per ritrovare gli oggetti persi

Anche se, come abbiamo visto, si tratta di un meccanismo naturale del nostro cervello, ci sono alcune piccole accortezze che gli esperti ci suggeriscono per ritrovare più rapidamente quello che perdiamo. Michael Solomon, uno dei maestri in questo campo, ci consiglia, quando siamo alla ricerca di qualcosa, di guardare per prima cosa dove l’oggetto dovrebbe effettivamente essere perché molto probabilmente sarà proprio lì; meglio evitare di precipitarsi subito alla ricerca ansiogena ma aspettare che venga un’idea su dove cercare, mantenendo la calma e cercando razionalmente.

E per evitare di perdere le cose? Innanzitutto, cerchiamo sempre di metterle nello stesso posto e, per quanto possibile, utilizziamo dispositivi GPS per avere sempre sotto controllo almeno gli oggetti più importanti come le chiavi e lo smartphone. Infine, una tecnica molto efficace e molto semplice, è quella di personalizzare le proprie cose in modo da ritrovarle facilmente anche quando siamo fuori casa.

Oggetti smarriti: quali sono quelli che perdiamo più spesso

 

Categorie:How To

Ti potrebbero interessare anche...

Domande? Lascia un commento!